Iperprofessional

Attraverso la consapevolezza della propria professionalità, strategie di acquisizione, e la scoperta di una mentalità vincente e la qualità del servizio clienti, IperProfessional crea professionisti che liberano il loro potenziale e sono in grado di avere la vita che vogliono

mercoledì 10 aprile 2019

Il mercato è il terreno

Porta al posto di lavoro le tue capacità non le tue necessità.

Quando fai domande al potenziale cliente, chiunque questo sia, la tua prontezza a essere interessato a fare domande e ascoltare (tue capacità) per approfondire le "loro" necessità, può farti ottenere molto di più di quanto riusciresti a ottenere se tu fossi interessato solo alle "tue" necessità.

Non parlare al lavoro dei tuoi problemi familiari, dell'influenza e delle malattie che hai avuto, delle tue preoccupazioni sul denaro, delle tue relazioni sentimentali o delle tue disgrazie. È troppo costoso per te.

Il mercato è il terreno e ti fornirà un raccolto solo se ci porti i tuoi semi (le tue abilità), non le tue necessità.

[Fonte: Jim Rohn]

martedì 9 aprile 2019

La lezione del Corallo

«Problemi, sfide e stress sono normali e abituali nel lavoro così come nella vita di tutti i giorni e per questo occorre adattarsi il prima possibile a questa situazione. Quando ho visitato la Grande Barriera Corallina del Pacifico ho chiesto alla guida perché i "granchi" che popolavano la barriera del versante interno fossero lenti e avessero un aspetto pallido e un colore un po' smorto, mentre i loro "cugini" che abitavano il lato "aperto" della barriera risultassero più attivi, intraprendenti e avessero colori più accesi. 
La guida sorridendo mi risposte che il corallo che si affaccia sulla laguna non ha stimoli per la crescita e sfide per la sopravvivenza, mentre quello che dà sull'oceano deve resistere alla forza delle onde e alle spinte delle maree e per questo rinnovandosi prospera e cresce sempre più bello e forte. "E questo accade - aggiunse la guida - per ogni organismo che vive in prossimità della Barriera Corallina e per tutti gli esseri che popolano la terra". Vero?»

[Fonte Earl Nightingale]